Scaldabagni a gas, norme per l’installazione

L’installazione di uno scaldabagno a gas ad uso domestico passa attraverso una serie di normative che non tutti conoscono. Ad esempio, prima dell’installazione, bisogna controllare un vademecum di regole a cui i requisiti del modello acquistato, ma anche la tipologia dell’ambiente, devono risultare conformi per garantire la massima sicurezza nell’uso di apparecchi alimentati a gas. E’ fatto divieto di installare scaldabagni a Gpl in vani seminterrati, con pavimento sotto il piano di campagna, così come si deve fare attenzione allo stato della bombola, che non dev’essere né capovolta né ossidata o ammaccata, condizioni che potrebbero contribuire alla fuoriuscita del pericoloso combustibile. Qualora si dovesse assistere a un’improvvisa fuoriuscita del gas la prima cosa da fare è tamponare l’apertura della bombola con un panno inumidito e allontanarsi in fretta chiamando un tecnico abilitato.

Importante assicurare all’apparecchio la dovuta manutenzione. Lo scaldabagno a gas non va mai usato scollegato dalla canna fumaria, quest’ultima poi va controllata periodicamente per verificare che non sia ingombra di residui di sporcizia o non abbia il tiraggio necessario. Anche il tubo al cui interno confluisce il gas dev’essere collocato lontano da fonti di calore o fiamme accese, per essere sicuri che tutto fili liscio verificare sempre che il regolatore di pressione nelle bombole a Gpl sia sempre regolato su un valore di pressione inferiore ai 30 mbar. Appena installato l’apparecchio o aver cambiato la tipologia di gas utilizzato per alimentare lo scaldabagno, ricordarsi di sfiatare dall’aria i tubi del gas chiedendo l’intervento di un tecnico specializzato, in questi casi diffidare dal ‘fai da te’.

In fase d’acquisto di uno scaldabagno a gas controllare che il modello prescelto sia compatibile con l’impianto di casa. In corso di installazione ventilare l’ambiente e non provocare scintille, ricordarsi di conservare il libretto di istruzioni utile anche nella fase successiva e in caso si necessiti di assistenza tecnica. Ogni scaldabagno a gas è provvisto di un termostato dei fumi per monitorare il tiraggio dei fumi di scarico, se il tiraggio dovesse rivelarsi insufficiente potrebbe pregiudicare il funzionamento dell’apparecchio, anche in questo caso si consiglia di far intervenire un esperto per risolvere il problema senza combinare guai.

admin Autore