Sdraietta per neonato: per quale età è adatta?

Il contatto diretto tra genitori e neonati è fondamentale, come ben sanno i pediatri che lo consigliano a chi abbia appena avuto un figlio. Ci sono però dei momenti in cui i genitori sono costretti a lasciare il proprio figlio in quanto assorbiti da altre attività, oppure semplicemente per poter riposare un attimo. In questi frangenti diventa assolutamente fondamentale poter trovare un alloggiamento per il piccolo in grado di regalare serenità e possibilità a lui di non estraniarsi dal mondo circostante, come accadrebbe nella culla, e ai genitori di non doversi preoccupare eccessivamente. Una ottima soluzione in tal senso può essere rappresentata dalla sdraietta.

Da zero a sei mesi

La domanda che si pongono in molti, in relazione alla sdraietta per neonato è la seguente: a quale età può essere indicata per i piccoli? La risposta viene data dagli stessi esperti, i quali fissano tra la nascita e i sei mesi, almeno sino a quando il piccolo rimane confinato intorno ai 9 chilogrammi di peso, il periodo in questione. La cosa realmente importante è che questo prezioso accessorio sia usato con un certo discernimento, partendo proprio dall’inclinazione. Essendo essa regolabile, si deve fare in modo che il piccolo si trovi in condizione di assoluta sicurezza. Una necessità che non si pone inizialmente, stante il fatto che i neonati sono scarsamente dotati di agilità, ma nella fase dai due mesi in poi, quando iniziano a muoversi decisamente e potrebbero quindi scivolare fuori. Per evitare una eventualità di questo genere, però, basta in effetti utilizzare le cinture di sicurezza. Quando poi il piccolo utente inizierà a puntare i piedi, rischiando di ribaltarsi, allora sarà il caso di abbandonare la sdraietta e passare a qualcosa di più adatto, ad esempio al box.

La sdraietta serve veramente?

Alcuni pediatri sono soliti sconsigliare sdraiette e altre sedute, proprio perché secondo loro è fondamentale che i genitori abbraccino costantemente i figli nei primi mesi di vita, stabilendo in tal modo un legame saldo. Temono cioè che essi possano utilizzare troppo la sdraietta, limitando allo stretto necessario il contatto diretto.
La sdraietta è però effettivamente utile, proprio per i motivi ricordati all’inizio, ovvero la possibilità che i genitori si stanchino o che debbano procedere ad altre faccende avendo le mani libere. Proprio per questo è importante scegliere modelli di qualità, senza badare eccessivamente alla spesa, come quelli che possono essere visionati su questa pagina, ove è possibile anche reperire preziose informazioni e consigli per gli acquisti.

admin Autore